«La mia avventura parlamentare finisce qui, domani comunicherò la mia non accettazione della candidatura».

Così la senatrice del Pd, Monica Cirinnà uscendo dalla direzione del partito.

«Mi hanno proposto un collegio elettorale perdente in due sondaggi, sono territori inidonei ai miei temi e con un forte radicamento della destra. Evidentemente per il Pd si può andare in Parlamento senza di me, è una scelta legittima. Resto nel partito, sono una donna di sinistra ma per fortuna ho altri lavori», ha spiegato.

«Non ho votato queste liste ma credo che anche altri rinunceranno», ha concluso.

2 comments on “Pd, Cirinnà: La mia avventura finisce qui: mi hanno proposto un collegio elettorale perdente»
  1. Paolo ha detto:

    Ti piace vincere facile

  2. Ferdinando De Luca ha detto:

    Lei fa bene, saggia decisione.Dal canto mio non voterò più il PD che definisco partito democristiano e quindi di destra precipitato ormai da 30 anni in una deriva ideologica che non ha niente a che vedere con quello che era na volta questo partito con la vecchia denominazione.Ora eventualmente voterò qualche lista civica locale sperando che tutti gli attuali dirigenti del PD spariscano dalla scena politica dando spazio ai giovani come “Nicholas Ferrante”.Non mi piace neanche il fatto che Letta abbia il potere di “nominare dei deputati o dei senatori” e quindi, a maggior ragione, vi dico che non mi piace il fatto che non ci siano preferenze e quindi ammanitù*(sono credente in Manitou e quindi nomino lui,ciao.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.