«Di Maio? Non lo riconosco più, sembra di sentir parlare Renzi, si comporta come un centrista qualunque».

Così la vicepresidente del M5S, Paola Taverna, in un’intervista a ‘La Stampa’.

Arriverete mai all’espulsione di Di Maio? «Prima ancora di chiedere se Di Maio deve essere espulso, bisognerebbe chiedere a lui perché fa di tutto per uscire. Ha mentito sulla risoluzione, sapeva benissimo che era un testo vecchio e superato, eppure l’ha usata per attaccarci. Fa un danno enorme al Movimento e non offre nessun servizio al Paese. Per me è solo tattica: le sue critiche sono iniziate subito dopo l’annuncio di Giuseppe Conte di voler chiedere alla nostra base un voto per modificare o meno il limite dei due mandati», risponde Taverna.

Alla domanda se sfiduciando Di Maio, il M5S non tema che si possano creare fibrillazioni sul governo, la senatrice pentastellata ha risposto: «È lui che sta provocando fibrillazioni. Il nostro problema interno non deve influire in nessuna maniera sulla tenuta dell’esecutivo. Se si scusa con la sua comunità si può aprire un dialogo, ma credo che lui abbia già deciso di lasciare il Movimento 5 stelle. Forse sta guardando al centro, si comporta come un centrista, come qualche senatore fiorentino che usa la politica come se stesse giocando una partita di Monopoli».

Scarica l’app di Ascolta la Notizia per Android: https://bit.ly/2F3ptXR o iPhone: https://apple.co/2F8zEdU

Attiva la skill di Ascolta la Notizia nel tuo dispositivo Alexa: https://amzn.to/3K7RTfU

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.