Spread, Messina (Intesa Sanpaolo): «Tutto quello che è sopra quota 150 è del tutto ingiustificato: solo speculazione»

«Nonostante la situazione, il nostro Paese si trova in ottima posizione per quanto riguarda i fondamentali. Se partiamo da questo presupposto, lo spread dovrebbe essere a 100-150 punti base, non ai valori che vediamo in questi giorni».

Così Carlo Messina, amministratore delegato di Intesa Sanpaolo, intervenendo a “Young Factor”, organizzato dall’Osservatorio Permanente Giovani Editori di Andrea Ceccherini a Palazzo Mezzanotte a Milano.

«Ci sono evidenti componenti speculative che incidono sulla dinamica dello spread. Tutto quello che è sopra quota 150 è del tutto ingiustificato. Uno strumento che possa comunicare al mercato che non è il momento di speculare può essere perciò utile», ha precisato il ceo di Intesa Sanpaolo, secondo il quale «non ha senso tenere pubbliche le proprietà immobiliari dello Stato».

Per questo, ha aggiunto, «sarebbe opportuno creare un fondo al quale cedere quelle proprietà pubbliche che sono in grado di produrre rendimenti stabili».

Scarica l’app di Ascolta la Notizia per Android: https://bit.ly/2F3ptXR o iPhone: https://apple.co/2F8zEdU

Attiva la skill di Ascolta la Notizia nel tuo dispositivo Alexa: https://amzn.to/3K7RTfU

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.