Con il 90% di prime dosi somministrate si potrà attenuare lo stato di emergenza.

Lo ha detto in un un’intervista a ‘Repubblica’ il professor Walter Ricciardi, ordinario di Igiene alla Cattolica e consigliere del ministro Speranza.

«Sicuramente quella percentuale ci porrà in una condizione di maggiore serenità. Non è sufficiente a eradicare il coronavirus perché i bambini non sono ancora coinvolti nella campagna ma comunque darà un contributo straordinario alla sicurezza. Già adesso il problema sta diventando individuale e non collettivo, il sistema sanitario non è sotto pressione. Quindi il 90% va bene ma quando si potranno vaccinare anche i bambini dovremo mantenere la stessa copertura sul totale della popolazione», ha affermato.

Quando si potrà togliere? «Diciamo che ci avviamo per lo meno a una situazione di sicurezza, anche se la pandemia non è finita. Quindi il nostro stato di emergenza pian piano si può attenuare. Siamo però circondati da Paesi, sia europei, con dati all’Est drammatici, per non parlare del resto del mondo, Usa in primis, dove ci sono numeri raccapriccianti. E ne usciremo quando tutti nel mondo si vaccineranno», ha fatto sapere Ricciardi.

1 comment on “Ricciardi: «Con il 90% di prime dosi somministrate si potrà attenuare lo stato di emergenza»
  1. Carlo alaia ha detto:

    Sono d’ accordo con le considerazioni fatte dal prof Ricciardi per quanto riguarda la pandemia covid che stiamo tuttora vivendo, che bisogna monitorare inserendo nel.oiano vaccinale il maggior numero possibile di persone adulte, per poi arrivare anche ai bambini e ritengo quindi che il green pass sia uno sprone nei confronti dei soggetti piu’ recalcitranti a vaccinarsi, per arrivare a questo obiettivo che tradotto significa stroncare una volta per tutte nel nostro paese, la circolazione del virus covid 19

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.