Di Maio: «Stiamo lavorando per garantire un passaggio sicuro a tutti quegli afghani che vorranno lasciare il Paese anche dopo il 31 agosto»

«Come dimostrano gli attacchi di questi giorni a Kabul, la minaccia terroristica in Afghanistan è concreta. Ne abbiamo discusso questo pomeriggio alla riunione straordinaria dei Ministri degli Esteri dei Paesi del G7, allargata a Turchia e Qatar, e alla presenza del Segretario generale della NATO Jens Stoltenberg e dell’Alto rappresentante dell’UE Josep Borrell. Stiamo mantenendo una stretta cooperazione nell’affrontare la crisi afghana».

Lo ha scritto in un post su Facebook il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio.

«Conclusa la fase 1 che ci ha permesso di evacuare come Italia circa 5 mila civili afghani, adesso tutta la comunità internazionale deve concentrarsi sulla fase 2. Stiamo lavorando per garantire un passaggio sicuro a tutti quegli afghani che vorranno lasciare il Paese anche dopo il 31 agosto. Per garantire questo l’unica strada è adottare una strategia condivisa a livello multilaterale, che coinvolga tutti i principali attori internazionali, a partire dai Paesi confinanti con l’Afghanistan. Non si può agire più sul piano bilaterale», ha spiegato il titolare della Farnesina.

«Nel frattempo dobbiamo indirizzare quante più risorse possibili verso gli aiuti umanitari, in particolare verso i Paesi bisognosi della regione, a sostegno del popolo afghano.
Serve l’impegno di tutti», ha concluso Di Maio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.