Coronavirus, Fontana: «Milano come Wuhan? Se la situazione degenera, si può pensare a questo genere di iniziative»

Milano come Wuhan? «Se la situazione dovesse degenerare si può pensare a iniziative di questo genere, se ciò dovesse avvenire ne dovremmo prendere atto, adesso le condizioni non ci sono».

Il governatore della Lombardia Attilio Fontana ha replicato così alla domanda della giornalista Lucia Annunziata se il capoluogo lombardo rischia di fare la fine della città cinese dalla quale è partito l’epidemia di Coronavirus.

Fontana si è detto pronto a «iniziative ancora più drastiche e vigorose», ma ha precisato che «non pensiamo di isolare la città anche perché sarebbe qualcosa di impensabile». 

Nelle ultime ore le misure prese dalla Regione Lombardia sono state: «Chiudere le scuole, sospendere le lezioni delle università, sospendere i grandi eventi pubblici e stiamo cercando di monitorare uno per uno tutte le persone che risultano contagiate. Abbiamo a che fare con una comunità di persone serie e consapevoli», ha concluso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.