Spray nasali anticongestionanti, attenzione agli effetti collaterali: rischi grosso e non lo sai

Sembrano innocui ma in realtà possono dare effetti collaterali: sono gli spray nasali anticongestionanti. Ecco cosa possono produrre. 

Il raffreddore è il malessere di stagione più diffuso. In inverno è spesso un classico, ma si verifica molto di frequente anche nelle stagioni calde per effetto dell’aria condizionata. In qualsiasi periodo dell’anno se ne soffra uno dei sistemi più comuni per alleviare il fastidio della congestione nasale è quello di usare gli appositi spray nasali con azione appunto anticongestionante.

Spray nasali anticongestionanti effetti collaterali
Gli spray nasali possono produrre effetti collaterali – (Ascoltalanotizia.it)

Si acquistano in farmacie e parafarmacie senza il bisogno della ricetta medica, fanno parte dei cosiddetti farmaci da banco e anche per questo si pensa siano completamente innocui e sicuri. Sulla sicurezza e sull’efficacia ovviamente non c’è dubbio dal momento che prima di arrivare in commercio sono soggetti alle più strette ricerche e sono prodotti secondo tutte le norme.

Ma molti non sanno che anche se liberano il naso chiuso possono però produrre effetti collaterali che ovviamente sarebbe meglio evitare. In alternativa si può ricorrere a rimedi naturali come fare i suffumigi o adoperare prodotti erboristici ideati a questo scopo.

Gli effetti collaterali degli spray nasali anticongestionanti: perché usarli con cautela

I prodotti a poter causare spiacevoli effetti collaterali non sono gli spray nasali a base di acqua marina o composti da soluzioni fisiologiche. Si tratta invece degli spray nasali realizzati con determinate molecole quali la nafazolina, l’ossimetazolina, la fenilefrina. 

Spray nasali anticongestionanti effetti collaterali
L’uso troppo frequente ed eccessivo degli spray nasali è dannoso – (Ascoltalanotizia.it)

Queste molecole agiscono con una funzione e una capacità vasocostrittrice. Proprio per questo un uso occasionale o moderato e limitato nel tempo non crea nessun tipo di problema e può essere di aiuto ad alleviare i sintomi di un raffreddore, ma se si eccede ad adoperare questi spray insorgono i fastidi.

L’assunzione prolungata di queste sostanze infatti può essere la causa della cosiddetta rinite da rimbalzo. È una congestione nasale che si presenta con caratteristiche di forte intensità e come in un circolo vizioso porta ad usare ancora di più questi spray.

Si può dunque arrivare ad una vera e propria dipendenza dagli spray nasali anticongestionanti, cioè dalle sostanze che contengono. Avviene che a lungo andare la vasocostrizione costante della mucosa nasale può portare a fenomeni ben peggiori come episodi di ischemia a livello nasale con conseguente necrosi dei tessuti.

Non si tratta quindi di demonizzare gli spray nasali e invitare a non usarli. Si possono certamente usare, ma come raccomandano medici e farmacisti è importante farlo con moderazione limitandone l’uso a pochissimi giorni, nella fase intensa del raffreddore e non eccedere. Sopportare qualche giorno in più del fastidio di un semplice raffreddore può evitare che per la fretta di avere il naso libero si adoperi in modo indiscriminato e dannoso un prodotto che è in sé buono, ma come molti medicinali se non usato correttamente si trasforma in un pericolo.

Impostazioni privacy