Quanto pagherà in più chi non ha fatto il passaggio al mercato libero: fino a 200euro, come correre ai ripari

Se non sei ancora passato al mercato libero ti conviene rimediare o avrai una spiacevole sorpresa in bolletta.

Con la fine del periodo di maggiore tutela nel mercato del gas, i consumatori domestici non considerati vulnerabili dovranno affrontare la possibilità di un aumento nelle loro bollette del gas. Questo incremento è dovuto alla transizione verso il mercato libero e alla reintroduzione dell’aliquota ordinaria nel settore dell’energia per il 2024. È essenziale che i consumatori prestino attenzione a questa transizione e comprendano le implicazioni finanziarie associate.

Arrivano aumenti in bolletta
Aumenti in bolletta per chi non passa al mercato libero – (Ascoltalanotizia.it)

L’Autorità per l’Energia ha delineato due opzioni tariffarie per coloro che non hanno ancora aderito al mercato libero: l’offerta “Placet” e l’offerta “Placet in Deroga”. Tuttavia, un’analisi attenta rivela sovrapprezzi nelle offerte del mercato libero, che potrebbero tradursi in un aumento fino a 177 euro nelle bollette del gas per alcune famiglie. La “Placet”, apparentemente più costosa, potrebbe celare una possibile strategia di cartello, che merita l’attenzione dell’Antitrust secondo alcuni esperti.

Cosa fare per non avere aumenti in bolletta

Con la fine del periodo di tutela, le famiglie non considerate vulnerabili torneranno al mercato libero. In caso di mancata scelta di un fornitore, il contratto sarà trasferito automaticamente sotto una nuova denominazione, con un aumento evidente. Inoltre, per il 2024, è stata reintrodotta l’aliquota ordinaria nel settore dell’energia. Questo comporta un aumento dell’IVA dal 5% al 10% per consumi fino a 480 metri cubi e al 22% per consumi superiori. Altri oneri di sistema sono ora tariffati a prezzo pieno, contribuendo ulteriormente agli aumenti nelle bollette. È importante notare che questi aumenti riguardano tutti i clienti, indipendentemente dall’offerta sottoscritta.

Cosa fare per non avere aumenti
Si possono cercare offerte migliori sul portale offerte – (Ascoltalanotizia.it)

Un confronto sul Portale offerte rivela che le “Placet” sono in media più costose rispetto alle “Placet in Deroga”, con aumenti che variano dal 6% al 42%. Considerando anche gli aumenti del 2024 dovuti al ritorno al prezzo pieno dell’IVA, alcune famiglie potrebbero trovarsi a pagare fino a 177 euro in più. Questo sottolinea l’importanza di effettuare un confronto accurato tra le diverse offerte disponibili per garantire la scelta più vantaggiosa.

Il Portale offerte, accessibile sul sito, è uno strumento utile per cercare le offerte migliori nel mercato libero del gas. Inserendo la tipologia di offerta desiderata e specificando il luogo di residenza, i consumatori possono ottenere un elenco di opzioni disponibili. Specificando dettagli come il tipo di utilizzo del gas e la classe del contatore, i consumatori possono raffinare la ricerca per trovare l’offerta più adatta alle loro esigenze.

È fondamentale fornire informazioni accurate, come il consumo annuo, per ottenere risultati precisi. In caso di dati non noti, il portale guiderà i consumatori attraverso alcune domande per stimare in modo approssimativo. In conclusione, la transizione al mercato libero del gas potrebbe comportare aumenti significativi per coloro che non scelgono un fornitore in modo consapevole. Il confronto tra le offerte disponibili e l’attenzione alle condizioni contrattuali sono fondamentali per evitare sovrapprezzi e assicurare una gestione finanziaria oculata delle spese energetiche familiari.

Impostazioni privacy