La febbre fa bene? In quali casi è così e come riconoscere i pericoli

La febbre è sempre un male? Molti potrebbero pensare che sia così ma effettivamente può essere un validissimo alleato.

Quando la temperatura sale c’è una risposta da parte dell’organismo che si attiva per la difesa e il ripristino della salute. La febbre in generale è un segnale d’allarme che desta attenzione anche su eventuali indagini da compiere per capire cosa sta accadendo.

Febbre fa bene
Perché la febbre fa bene- (Ascoltalanotizia.it)

Se non ci fosse talvolta sarebbe impossibile fare luce su condizioni silenti che non sono manifeste e che invece possono portare a problemi anche piuttosto impegnativi in termini di salute.

Febbre, non è sempre un male: ecco perché

La febbre quindi, a differenza di quello che si può immaginare, non è il male assoluto. Non solo perché capiamo che c’è qualcosa che non sta funzionando e bisogna attivarsi per la cura appropriata ma anche perché la febbre permette di determinare una pronta risposta, quindi l’organismo viaggia subito per contrastare il problema e questo di fatto rende possibile guarire prima.

Febbre fa bene pericoli
Cosa comporta avere la febbre- (Ascoltalanotizia.it)

Una vera alleata per la salute, può comparire per infezioni virali o batteriche ma non solo, quindi sicuramente non è mai corretto sottovalutarla perché si rischia grosso. La temperatura del corpo è variabile e dipende da persona a persona, c’è chi tende ad averla molto più alta e chi molto bassa, questo dipende da una serie di fattori legati anche all’età ma principalmente al livello di cortisolo nel sangue che comporta variazioni significative.

La temperatura varia la sera e la mattina ma non c’è da spaventarsi, quindi si ritiene febbre sopra i 37.5 gradi anche se secondo i medici bisogna intervenire con prodotti appositi da banco comunque quando sale di un grado ulteriore. Solo se c’è effettivo disagio e la temperatura sale si ricorre all’antipiretico, altrimenti è inutile. Non è necessario subito correre ai ripari ma chiaramente quando non passa è sempre utile consultare uno specialista perché possa fornire indicazioni utili.

La cosa importante, secondo gli specialisti, è intervenire spesso ma evitare dosi elevate di prodotto perché è inutile far crollare la temperatura e poi farla salire nuovamente, meglio mantenerla equilibrata nel tempo perché questa è la cosa essenziale. Se la temperatura improvvisamente sale o se è troppo elevata bisogna rivolgersi al medico curante che può dare una terapia adeguata e soprattutto fare luce sulle indagini da svolgere per evitare successivi problemi. Meglio evitare il fai da te, eccedere anche se con i medicinali da banco o adottare strategie differenti da quelle consone.

Impostazioni privacy