«Putin è sconfitto a livello politico, non c’è alcun dubbio».

Così Massimo Cacciari parlando a Cartabianca, su Raitre, degli ultimi sviluppi nella guerra tra Russia e Ucraina.

«Putin ha sottovalutato le capacità di difesa dell’Ucraina derivanti dall’appoggio degli Stati Uniti. Non ha capito la situazione, è caduto in una trappola micidiale. È sconfitto, ne può uscire con un appello al principio di autodeterminazione: la maggioranza della popolazione in Donbass è favorevole alla Russia. Nessuno stato nazionale oggi accetta» però «il principio di autodeterminazione. Putin avrebbe dovuto partire da lì, non avrebbe dovuto mandare i carri armati: una politica sciagurata».

1 comment on “Cacciari: «Putin è caduto in una trappola micidiale: è sconfitto»
  1. Danilo ha detto:

    Non o sentito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.