«Impegno civico andrà oltre il 3% e ci sarà spazio per tutti quelli che vorranno correre nelle liste. Ci poniamo come coloro che intercettano il voto moderato, con un partito fatto di proposte, pragmatismo e concretezza».

Lo ha detto Luigi Di Maio in un’intervista al ‘Corriere della Sera’.

Alla domanda se non si avvantaggi la destra dando del «bullo» a Calenda, il ministro degli Esteri risponde: «Che sia un bullo gli italiani lo hanno capito prima di me. Siccome era disperato, perché avrebbe dovuto raccogliere le firme, si è messo con uno che gli fa orrore».

Quanto a Conte, Di Maio ha detto che «sta coronando il suo sogno, distruggere quel che era rimasto del M5S».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.