«Oggi addossare a Conte le responsabilità di questa pseudocaduta del governo, che poi non so se ci sarà, è una falsità meschina che portano avanti giornali e politici, come Di Maio, a cui del Paese non interessa nulla, gli interessano le poltrone e il proprio potere».

Lo ha detto, in un video pubblicato sui propri canali social, Alessandro Di Battista.

L’ex deputato del M5S ha attaccato il proprio ex collega alla Camera, Luigi Di Maio, dicendo che. «dovrebbe affrettarsi a costruire il suo partito con la colla vinilica, con l’agendina in mano alla Carlo Verdone in ‘Un sacco bello’ a chiamare tutti i democristiani d’Italia, De Luca, Tabacci, Mastella, per costruire questa Democrazia cristiana 2.0».

«Nessuno ha mentito come lui nella storia politica italiana nemmeno Renzi, che in confronto sembra un personaggio del libro ‘Cuore’», ha concluso.

Scarica l’app di Ascolta la Notizia per Android: https://bit.ly/2F3ptXR o iPhone: https://apple.co/2F8zEdU

Attiva la skill di Ascolta la Notizia nel tuo dispositivo Alexa: https://amzn.to/3K7RTfU

5 comments on “Di Battista contro Di Maio: «Nessuno ha mentito come lui nella storia politica italiana nemmeno Renzi»
  1. Rosario ha detto:

    Tutti i grillini siamo rimasti molto delusi rammaricati per il di Maio che ha agito come il primo traditore.

  2. roberto ha detto:

    Sono daccordo totalmentecon di battista

  3. tomassino antico ha detto:

    basta ricordare che nel primo governo Conte volle 2 ministeri —

  4. tommaso ha detto:

    mi meraviglio che solo ora avete capito chi è di maio,una persona viscita,ignorante,incapace in tutto,inutile,ma la cosa che mi spaventa è quella che una persona simile che massimo poteva vendere bibite l’avete fatto ministro, vero che tutti i politici sono dei poveri ladri,arroganti,incapaci,delle vere merde che se ne fottono degli italiani ma pensano solo a rubare, ma di maio è il massimo del massimo povera italia ridotta nelle mani di questa gentaglia

  5. Luciano ha detto:

    Me lo aspettavo da Di Maio era solo questione di tempo,che il potere gli dasse alla testa e così è estato,pur di tenersi la sua posizione è diventato il maggiordomo di Draghi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.