«I modelli stagionali preannunciano un’estate molto più secca della media» e con temperature probabilmente al di sopra degli standard.

Lo ha reso noto l’Osservatorio sulla siccità dell’Istituto per la bioeconomia del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Ibe) con i dati aggiornati a giugno 2022.

«I passaggi temporaleschi potranno solo mitigare localmente l’attuale deficit, in particolare sull’arco alpino dove i valori di pioggia potrebbero risultare nella norma climatica», fa sapere il Cnr.

«La siccità di questo periodo si conferma sempre più idrologica. La scarsità di innevamento invernale e di precipitazioni degli ultimi sei mesi sta intaccando le riserve idriche superficiali, principalmente nel Nord Italia. Questa situazione sta però progressivamente interessando anche il Centro-sud, a causa delle temperature da record fatte segnare a maggio – che sorpassa l’omologo mese del 2003 – e quelle di giugno, quando abbiamo registrato valori tipici di fine luglio», conclude.

Scarica l’app di Ascolta la Notizia per Android: https://bit.ly/2F3ptXR o iPhone: https://apple.co/2F8zEdU

Attiva la skill di Ascolta la Notizia nel tuo dispositivo Alexa: https://amzn.to/3K7RTfU

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.