«Sulla scena internazionale, il premier Mario Draghi è assolutamente una star. Eppure in patria deve combattere per riuscire a realizzare le riforme prima delle prossime elezioni politiche, attese per l’anno prossimo».

Lo scrive il settimanale tedesco ‘Der Spiegel’ in un articolo dedicato al premier italiano in cui spiega che «sul treno speciale per Kiev, la delegazione di Draghi ha occupato le prime carrozze. Italia in testa, non succedeva da tempo».

«La sua delegazione ha occupato le prime tre carrozze nella parte anteriore del treno. Emmanuel Macron al centro, Olaf Scholz in fondo. L’Italia in prima posizione, in Europa non succedeva da decenni», scrive Der Spiegel. «A differenza dei suoi colleghi di Berlino e Parigi da settimane il primo ministro si batte per l’adesione dell’Ucraina all’Ue. “Dobbiamo andare avanti il prima possibile”, ha detto a maggio. Durante il viaggio a Kiev, ha ribadito questa posizione a Scholz e Macron», aggiunge.

Scarica l’app di Ascolta la Notizia per Android: https://bit.ly/2F3ptXR o iPhone: https://apple.co/2F8zEdU

Attiva la skill di Ascolta la Notizia nel tuo dispositivo Alexa: https://amzn.to/3K7RTfU

1 comment on “Der Spiegel: «Sul treno speciale per Kiev, l’Italia in testa: non succedeva da tempo»
  1. luigi madia ha detto:

    La percezione del giornale Tedesco rimane ovviamente soggettiva. L’Italia ,il Parlamento Italiano non ha dato nessun mandato a Draghi attinente alle dichiarazioni da lui rese circa l’entrata dell’Ucraina nella UE. L’Italia, il Popolo Italiano non condivide l’invio di armi . La Costituzione della Repubblica ripudia la guerra come soluzione dei problemi tra Stati. AZioni Diplomatiche stop armi. La rappresentazione del quotidiano Tedesco, non corrisponde a quello che gli Italiani pensano .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *