Conte: «Ho detto a Draghi e a Mattarella che bisogna intervenire subito: la situazione per le famiglie italiane è drammatica»

«Parliamo di scostamento di bilancio da settimane, per noi è necessario e a questo punto non più rinviabile».

Così il leader del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Conte, nel corso di un punto stampa.

«Ho convocato con urgenza il Comitato economico e quello delle politiche del lavoro del Movimento 5 Stelle. Siamo stati in riunione perché la situazione è drammatica: l’ho detto anche a Draghi e a Sergio Mattarella. Abbiamo famiglie che ormai non pagano più le bollette, a febbraio erano il 15% ma stanno crescendo ancora di più chi oggi guadagna mediamente 1.500 euro al mese vede evaporare il proprio potere d’acquisto per 100 euro al mese a causa del carovita. C’è una perdita di potere acquisto molto seria per le famiglie e dobbiamo intervenire subito: sui consumi azzerando l’Iva sui beni di largo consumo, come pane, latte, carne, pasta, e riducendola per le bollette di gas e luce», ha spiegato Conte.

Per quanto riguarda il Csm «il Movimento5 Stelle sta responsabilmente dando il proprio contributo per condurre in porto la riforma. È un atto di responsabilità lavorare tutti ma vedo che Italia viva si oppone. Non vorrei che qualcuno volesse andare a votare al rinnovo del Csm con le vecchie norme. Siamo disponibili a un giusto compromesso anche sulle regole elettorali. Vogliamo una distinzione chiara e netta fra politica e magistratura, no alle porte girevoli», ha aggiunto Conte.

Scarica l’app di Ascolta la Notizia per Android: https://bit.ly/2F3ptXR o iPhone: https://apple.co/2F8zEdU

Attiva la skill di Ascolta la Notizia nel tuo dispositivo Alexa: https://amzn.to/3K7RTfU

3 comments on “Conte: «Ho detto a Draghi e a Mattarella che bisogna intervenire subito: la situazione per le famiglie italiane è drammatica»
  1. dania baccarini ha detto:

    diminuire gli stipendi a tutti i politici

  2. Luciano ha detto:

    Hai fatto più danni te che la guerra in ucraina

  3. Antonella ha detto:

    Diminuire gli stipendi,agevolazioni varie, auto blu, pensioni d’oro, ecc. a tutti i politici così si risanerebbero tanti buchi…Rimettere al loro posto i soldi dei contributi versati dai lavoratori per mandarli in pensione dopo almeno 41 anni di lavoro e sacrifici . “ I soldi per le pensioni non ci sono mai” ma che vergogna. Veramente umiliante essere governati da questi incapaci che pensano solo ai loro interessi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.