Spese militari, FdI: «L’accoglimento da parte del governo senza alcuna modifica del nostro odg è un successo politico»

«L’accoglimento da parte del governo senza alcuna modifica del nostro ordine del giorno in cui chiediamo di portare progressivamente le spese per il settore della Difesa dall’attuale 1,5 per cento al 2 per cento del Pil, rappresenta per Fratelli d’Italia un successo politico e la conferma della serietà della nostra opposizione responsabile e patriottica».

Lo hanno dichiarato il capogruppo di Fratelli d’Italia al Senato, Luca Ciriani, e la senatrice Isabella Rauti, capogruppo in Commissione Difesa.

«Ancora una volta la maggioranza ha dimostrato di non avere una visione politica comune e di risultare divisa e litigiosa in un momento drammatico nel quale invece sarebbe necessario garantire unità e compattezza. Il nostro ordine del giorno, che peraltro riprendeva impegni internazionali sanciti da anni e confermati da tutti i governi che si sono succeduti, mira a rafforzare il nostro Sistema di Difesa attraverso investimenti sul piano della cybersicurezza e dell’alta tecnologia. Quindi niente corsa al riarmo come banalmente da giorni ripetono alcuni esponenti politici. Ora ci auguriamo che il governo eviti di ricorrere al voto di fiducia, con cui nascondere le spaccature interne, consentendo all’Aula del Senato un esame sereno del provvedimento e che soprattutto l’impegno preso con l’accoglimento dell’odg trovi riscontro nel prossimo Def», hanno aggiunto.

Scarica l’app di Ascolta la Notizia per Android: https://bit.ly/2F3ptXR o iPhone: https://apple.co/2F8zEdU

Attiva la skill di Ascolta la Notizia nel tuo dispositivo Alexa: https://amzn.to/3K7RTfU

1 comment on “Spese militari, FdI: «L’accoglimento da parte del governo senza alcuna modifica del nostro odg è un successo politico»
  1. Fiorenzo Marziali ha detto:

    l’unica cosa da fare, per farvi tornare dove siete stati per 40 a
    e più anni, è quello di provocare una crisi di governo : mandare a casetta sua draghi, ed i suoi fratelli parlamentari ed economisti ! Stiamo male e staremo anche peggio, ma sapremo sopravvivere, senza che voi possiate nuocere all’Italia ! Ne abbiamo subite tante, questa sarà una in più . . . . . .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.