Venerdì scorso «l’aula del Senato ha dato il via libera a un emendamento della nostra Nunzia Catalfo, che proroga il ricorso allo smart working per i lavoratori fragili dal 28 febbraio al 31 marzo e che estende, nel caso in cui il ricorso al lavoro agile non sia possibile, a questa platea la possibilità di essere collocata in malattia fino alla fine dello stato di emergenza. Ma non è tutto. La norma contiene, poi, un’altra importante novità: dal 1° aprile per specifiche categorie di lavoratori individuate con apposito decreto ministeriale continueranno a fruire del lavoro agile».

Lo si legge in una nota diffusa dal Movimento 5 Stelle.

«È un risultato importante perché grazie a questa norma continuiamo a tutelare le categorie più esposte per motivi di salute al rischio di conseguenze gravi in caso di contagio da Covid-19, e salvaguardare chi merita maggiori attenzioni. Il MoVimento 5 Stelle e il Governo Conte II, fin dall’inizio della pandemia, è intervenuto per mettere in sicurezza i cittadini con misure straordinarie come, ad esempio, la tutela dei lavoratori fragili e il ricorso generalizzato al lavoro agile, che ha consentito al Paese di non fermarsi e oggi sta diventando una realtà consolidata in moltissime aziende», hanno spiegato i pentastellati.

Scarica l’app di Ascolta la Notizia per Android: https://bit.ly/2F3ptXR o iPhone: https://apple.co/2F8zEdU

Attiva la skill di Ascolta la Notizia nel tuo dispositivo Alexa: https://amzn.to/3K7RTfU

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.