Salvini attacca Lamorgese: «Se non riuscite a isolare 20 imbecilli che tutti conoscono per nome e cognome vuol dire che non sapete fare il vostro mestiere»

«Ma vi pare normale che ci sia stata una manifestazione di parte e di partito il sabato prima del voto a Roma e ci siano stati lacrimogeni e idranti lunedì con le urne aperte a Trieste? Ma neanche in Cile, in Venezuela».

Così il leader della Lega, Matteo Salvini, durante il suo intervento il Senato dopo l’informativa della ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, sulle proteste No Green pass e sull’assalto alla sede della Cgil a Roma.

«È una vergogna perché abbiamo parlato per 10 giorni di emergenza fascista, ma l’emergenza di questo paese è il lavoro. Se non riuscite a isolare 20 imbecilli che tutti conoscono per nome e cognome vuol dire che non sapete fare il vostro mestiere. Non sono sbarcati da Marte», ha aggiunto Salvini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.