Elezioni, Paragone: “Ora il M5S perderà anche il Veneto e la Liguria”

“Erano soltanto le Regionali dell’Emilia-Romagna e della Calabria e poi segnaleremo ai probiviri quelli che non hanno votato M5s. E io mi tolgo la cravatta, mi tolgo le restituzioni”.

Così il senatore Gianluigi Paragone, espulso dal Movimento 5 Stelle, in un video pubblicato sulla propria pagina Facebook, a proposito della sconfitta del M5S alle elezioni regionali.

“Fossero dei venduti uno si arrabbierebbe, invece sono solo degli incapaci. Si comportano come i pali di quel sistema che dovevano cambiare. Di Maio si mette il ciuccio, il dito in bocca, si prende la copertina di Linus. E ora il M5S perderà anche il Veneto e la Liguria,” ha detto ancora Paragone.

5 comments on “Elezioni, Paragone: “Ora il M5S perderà anche il Veneto e la Liguria”
  1. Francesca De Stefano ha detto:

    Paragone sei solo un becero arrabbiato, incattivito perché non ti hanno ascoltato e non hanno fatto ciò che dicevi tu.
    Sparla quanto vuoi, tanto non sono solo io ad aver capito quanto vali. Zero tagliato ed è già troppo.

    1. Salvo ha detto:

      Paragone, mi dispiace che una persona intelligente come tè continua a criticare il movimento, cosa c’è di costruttivo? Niente! Anzi, comportandoti così non fai altro che mettere in cattiva luce il movimento, ma tu non prenderai punti ma li perdi. L’unica cosa costruttiva è il dialogo con il dialogo si trovano punti di incontro, quello che tu Paragone dovevi fare

  2. Clelia Zinno ha detto:

    Paragone smettila sei invidioso e geloso.noi amiamo di Maio conte tutto il movimento.se gli italialani non apprezzano peggio per loro.noi viviamo lo stesso ma se ti continui a non avere ideali ma solo invidia non arriverai fa nessuna parte.da come parli il ciucciotto vs a te.prrdi credibilità anche come giornalista.su fatti un bel pianto e ricomincia daccapo.

  3. Dario Mainetti ha detto:

    Che merdaccia, non porta pure fortuna. Anzi… è non si dimette lo..

  4. Giuseppina Ruggiero ha detto:

    Paragone, io ti stimo, come stimo Di Maio e tutte le persone perbene del Movimento, però ci avete deluso tutti…quando si decide di fare parte di un partito, i panni sporchi si lavano in famiglia e poi si cerca di trovare un punto di unione… cosi si fa politica!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.