Sardine, Meloni: “Non ditemi che se li porta la sinistra in piazza sono spontanei”

“Quando ho portato trentamila persone in piazza davanti a Montecitorio di lunedì mattina quelli del Pd mi hanno detto sono i parrucchieri che sono chiusi, mi hanno detto che ero eversiva perchè portavo la gente in piazza”.

Così la presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, ospite a ‘L’Aria che tira’ su La7.

“Io ho sempre avuto rispetto” per le sardine “li ha portati Prodi che fa politica pure lui, non stiamo a giocare, è gente del Partito democratico,” ha aggiunto la leader di Fdi.

“A me piacciono tantissimo le manifestazioni di piazza, perchè ho rispetto per la mobilitazione, però non mi venite a dire che se io porto in piazza trentamila persone di lunedì mattina sono truppe cammellate e se li porta la sinistra in piazza a Bologna sono spontanei”, ha concluso Meloni.

1 comment on “Sardine, Meloni: “Non ditemi che se li porta la sinistra in piazza sono spontanei”
  1. TG Momix ha detto:

    Non ci ha portato la sinistra, ci avete portato tutti, indistintamente di dx e sx con le vostre promesse non mantenute, con le vostre fake news. Ci ha portato chi fomenta odio e paura. Basta! Non siamo di sx, non tutti, siamo solo stufi e vi stiamo dicendo di piantarla. Non è possibile accorgersi che le persone non sono più capaci di comunicare con gentilezza e rispetto e l’ esempio siete stati voi tutti, voi che dovreste avere un comportamento civile ed invece vi dite le peggiori cose e giocate a fare i Santi. Siete tutti invischiati in un sistema corrotto e ma cercate di infangare l’ altro, ma la terra vi rimane addosso. Ma cosa pensate che siamo tutti stupidi? Avete approfittato della nostra buonafede, avete approfittato della semplicità delle persone e dalla facilità con cui si condividono contenuti senza andare quasi mai a verificarne le fonti ed avete propagato così quello che vi faceva comodo. Solo che non tutti usano solo il click, prima di condividere qualcuno usa ancora il cervello e si fa un’ opinione e poi succede che le opinioni coincidono e ti ritrovi in piazza con un pesce che rappresenta la libertà di pensiero perché come scrisse Dalla : ” “Frattanto i pesci
    Dai quali discendiamo tutti
    Assistettero curiosi
    Al dramma collettivo
    Di questo mondo
    Che a loro indubbiamente
    Doveva sembrar cattivo
    E cominciarono a pensare
    Nel loro grande mare
    Com’è profondo il mare

    E’ chiaro
    Che il pensiero dà fastidio
    Anche se chi pensa
    E’ muto come un pesce
    Anzi un pesce
    E come pesce è difficile da bloccare
    Perchè lo protegge il mare
    Com’è profondo il mare

    Certo
    Chi comanda
    Non è disposto a fare distinzioni poetiche
    Il pensiero come l’oceano
    Non lo puoi bloccare
    Non lo puoi recintare
    Così stanno bruciando il mare
    Così stanno uccidendo il mare
    Così stanno umiliando il mare
    Così stanno piegando il mare “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.