Il sindaco Pd di Bibbiano, Andrea Carletti: “Non mi dimetto e chiedo la revoca dei domiciliari”

Il sindaco Pd di Bibbiano Andrea Carletti ha chiesto la revoca degli arresti con una memoria presentata al gip dal suo avvocato, Giovanni Tarquini, ribadendo la volontà di non dimettersi.

Carletti si trova attualmente agli arresti domiciliari perché accusato di abuso di ufficio e falso nell’ambito dell’inchiesta Angeli e Demoni sugli affidi illeciti di bambini. Era stato sospeso dalla carica di primo cittadino dal prefetto di Reggio Emilia.

L’avvocato di Carletti ha dichiarato: “Se all’interno del percorso ci sono state persone che hanno consentito o commesso illeciti. Carletti non ha alcuna intenzione di giustificarle, ma piuttosto di chiedere loro conto di quei fatti. Lui per primo si sente ingannato”.

7 comments on “Il sindaco Pd di Bibbiano, Andrea Carletti: “Non mi dimetto e chiedo la revoca dei domiciliari”
  1. Timoleone Paolini ha detto:

    Quanto tempo c’è voluto per sentirsi ingannato? Va già bene che la barbarie è saltata fuori se no il signor sindaco andava in pensione senza saperne nulla.

  2. Ferrillo Carmelina ha detto:

    Penso che avrà ricevuto qualcosa in cambio di questo commercio. Penso che facendo dei controlli bancari su di lui e tutta la famiglia ne sapremo delle belle. Arresti domiciliari, gli é andata bene.

  3. Palmiro ha detto:

    Se sei una persona onesta, se hai dignità se ti senti una persona libera, Dimettiti

  4. Paolo razzini ha detto:

    Se non permettete ad una persona suppostamente onestà ed eletta dalla maggioranza dei bibbianesi di difendersi e avete già la sentenza in tasca , il più becero e imbecille salvinismo vi si è inculcato irrimediabilmente nel ( poco ) cervello

  5. Paolo razzini ha detto:

    Se non permettete ad una persona suppostamente onestà ed eletta dalla maggioranza dei bibbianesi di difendersi e avete già la sentenza in tasca , il più becero e imbecille salvinismo vi si è inculcato irrimediabilmente nel ( poco ) cervello che vi è rimasto

    1. Giovanni ha detto:

      Questo pezzo di merda deve essere condannato alla ergastolo lui e tutti quelli coinvolti nessuna pietà e nessun sconto di pena quello che anno fatto non si e mai visto in italia spero tantissimo che facciano la fine più brutta siete persone senza cuore per soldi vi vendeva te i bambini strappandoli ai genitori che avevano difficoltà ogni singolo euro che avete intascato vi dovrà servire per le medicine di tutti dai vostri figli fino alle ultimo della vostra stirpe siate naledetti

  6. Gaia ha detto:

    Merdaaaa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.