Uno studio dell’università di Wuhan, in Cina, ha portato alla scoperta di una proteina prodotta dal fegato dei topi che favorisce lo sviluppo di tessuto adiposo negli altri organi. Grazie a questa scoperta si apre una nuova strada alla cura dell’obesità e delle malattie derivanti da essa.
Gli scienziati hanno sperimentato che quando i topi secernevano meno lipidi nel fegato, erano maggiori i grassi prodotti nei tessuti adiposi. Questa constatazione ha condotto i ricercatori a suppore che l’accumulo di grassi fosse scatenato dal fegato.
Continuando nella ricerca, è stata individuata una proteina responsabile della produzione di lipidi nel tessuto adiposo, minimizzando le spese energetiche e massimizzando la resistenza all’insulina. Questa proteina è detta Gpnmb ed è prodotta appunto dal fegato.
In seguito, i ricercatori hanno eliminato la funzionalità della proteina tramite un anticorpo apposito e hanno riscontrato nei topi perdita di peso e una maggiore produzione di energia a discapito della resistenza all’insulina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.