Gli utenti di WhatsApp sono sotto attacco: degli hacker hanno sfruttato una falla del precedente aggiornamento per spiare i telefoni degli utenti. Ricevendo una chiamata all’interno dell’applicazione, anche senza rispondere, il malware è in grado prendere controllo di dati sensibili e intercettare chiamate e messaggi. L’attacco, secondo i tecnici di WhatsApp, proviene da una compagnia di cyber-security israeliana, NSO Group, che si occupa di produrre software di spionaggio per vari governi.

Lo spyware è in grado di infiltrarsi in qualsiasi dispositivo, a prescindere dal sistema operativo. Sia gli utenti con sistema operativa Android che iOS, di Apple, sono potenzialmente esposti all’attacco.

WhatsApp è subito corsa al riparo sviluppando un nuovo aggiornamento per contrastare l’attacco e ha esortato tutti i suoi utenti a effettuare l’upgrade il prima possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.