Di Maio: «Ieri c’è stata la dimostrazione che quando il governo gioca da squadra segna il punto»

«Ieri c’è stata la dimostrazione che quando il governo gioca da squadra segna il punto. Senza urlare o sbraitare, senza minacce al mondo, in poche ore, grazie soprattutto al lavoro del presidente Conte, siamo riusciti a salvare la vita a quelle persone e a fare in modo però che ad occuparsene non fosse nuovamente l’Italia, ma l’Europa!».

Così il vicepremier Luigi Di Maio in un post pubblicato sulla sua pagina Facebook.

«La giornata di ieri mi auguro faccia riflettere qualcuno. Se quando nasce un problema il tuo primo primo pensiero non è risolverlo, ma finiresui giornali, allora c’è qualcosa che non va. In un governo ci si siede al tavolo tutti insieme e si lavora. Per il Paese. Questo ci chiedono gli italiani,» ha affermato Di Maio, il quale si è augurato “che dopo il caso Siri la Lega non perda la testa”.

“Comprendiamo la loro difficoltà di ritrovarsi, dopo nemmeno 10 mesi di legislatura, un proprio sottosegretario indagato per corruzione in un’inchiesta dove c’è anche la mafia, ma questo non giustifica certi atteggiamenti. Non siamo dei bambini, siamo dei ministri e veniamo pagati per costruire un futuro al Paese, non per lamentarci,” ha scritto ancora il leader 5Stelle sul social network.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.