La compagnia aerea low cost Ryanair ha introdotto una nuova tariffa per i bambini. Per la prima volta, i neonati sotto i due anni non voleranno più gratis, ma con un supplemento di 25 euro a tratta sul prezzo del biglietto. Dovranno comunque viaggiare in grembo ai genitori con una apposita cintura. La nuova misura della compagnia irlandese ha attirato l’attenzione della Federconsumatori, che ha denunciato l’assurdità e la poca trasparenza del sovrapprezzo. Infatti, selezionando un neonato tra i passeggeri, compare una finestra che avverte: ‘i bebè di età inferiore ai 2 anni devono sedere in grembo all’adulto accompagnatore’. Il supplemento non viene menzionato sino alla fase finale della prenotazione, in cui, al prezzo finale, vengono automaticamente aggiunti i 25 euro per neonato. Una modalità tutt’altro che trasparente, commenta Federconsumatori, in quanto “un utente un po’ distratto o anche poco avvezzo alle prenotazioni online potrebbe non accorgersi dell’applicazione del balzello”. Inoltre, il sovrapprezzo è ingiustificato perché il consumatore sta pagando di più senza ottenere alcun servizio aggiuntivo. L’associazione consiglia quindi di vagliare attentamente le offerte delle diverse compagnie confrontando “tutti i dettagli, i servizi offerti e i prezzi finali applicati, per evitare brutte sorprese”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *